Creare un proprio fondo di investimento

La crisi dei mercati finanziari ha portato alla ribalta gli investimenti alternativi. Un investimento alternativo è un prodotto di investimento diverso da quelli degli investimenti tradizionali, come azioni, obbligazioni o monetari.

Il crescente utilizzo degli investimenti alternativi è dovuto alla loro decorrelazione con  quelli tradizionali, essendo quindi in grado di aumentare la diversificazione del portafoglio dell’investitore.

Per questo motivo molti grandi investitori istituzionali, tra i quali i fondi pensione e le fondazioni private, hanno iniziato a destinare una parte (in genere tra il 10%e il 20%) del loro portafoglio agli investimenti alternativi.

I beni di investimento alternativi, a causa della loro natura complessa, oggi sono detenuti per la maggior parte da investitori istituzionali o professionali ed high-net-worth individuals

Alcune delle strategie di investimento alternative più comuni sono quelle relative ai fondi immobiliari, agli hedge funds, ai fondi di private equity, fondi di venture capital, ai credit fund fino ai cosiddetti passion fund (fondi che hanno come sottostante vini rari, arte, antiquariato, gioielli, cavalli da corsa, auto storiche, cartellini di giocatori di calcio, ecc.) che rappresentano l’ultima moda nel campo degli investimenti alternativi.

Inoltre, sebbene con notevole ritardo, il legislatore italiano ha finalmente colmato la grave lacuna presente nel diritto fiscale per quanto attiene al risparmio gestito ed in particolare alla possibilità di investire, da parte di sottoscrittori persone fisiche residenti, in fondi alternativi, che fino ad ora potevano essere utilizzati come forma di investimento solo se collocati all’interno di costose polizze assicurative (ci riferiamo soprattutto ai fondi d’investimento specializzati lussemburghesi, che possono investire in qualsivoglia asset, tradizionali o non, dalle energie rinnovabili ai diritti d’autore).

Normalmente per queste tipologie di sottostanti vengono utilizzati i cosiddetti SIF (Specialized Investment Fund), una tipologia di strumenti d’investimento riservati a investitori istituzionali, professionali e HNWI (clientela private), sottoposti al controllo da parte della CSSF (Commision de Sourveillance du Secteur Financier) lussemburghese.

Le Sicav Sif lussemburghesi possono essere concepite ed organizzate come piattaforma al servizio di Investement Manager & Financial Adviser, e poiché sono diventate ottimi strumenti per la gestione di ogni tipo di asset, sono alla ricerca di esperti dei vari settori disposti a diventare fund manager.

EQUI Sicav Sif, concepita come una piattaforma ad architettura aperta, ha bisogno per ogni suo comparto di investment manager dedicati, con un ottima conoscenza degli asset e delle strategie d’investimento in prodotti alternativi e decorrelati.

Di fatto, è concepita in maniera che asset managers, commercialisti, avvocati, consulenti finanziari, esperti d’arte  ed altri professionisti interessati a sfruttare le grandi potenzialità di questi strumenti, possano realizzare una partnership con la stessa al fine di ottimizzare il know how di ogni soggetto ed ottenere una collaborazione efficace ed efficiente.

 

Per ogni figura è rispettata la propria mansione, come previsto per legge: un investment advisor (un consulente indipendente) ad es. all’interno di una Sicav potrà solo svolgere il ruolo di consulente e non quello di gestore, per risolvere o soddisfare le esigenze del proprio cliente.

Tra i numerosi vantaggi offerti da questa piattaforma ad architettura aperta ci sono:

  1. un percorso più rapido per l’autorizzazione in quanto il nuovo fondo farà parte di una Sicav già autorizzata,
  2. minori costi e maggior efficienza dei servizi offerti come back office, amministrazione e altri servizi necessari per la creazione e gestione del fondo,
  3. semplicità del processo costitutivo, perchè non deve essere richiesta nessuna licenza, in quanto la Sicav Sif è già in possesso di tutto quanto serve per poter operare sul mercato,
  4. possibilità di distribuzione internazionale.

Il tutto rende la piattaforma EQUI SICAV SIF uno strumento estremamente pratico al servizio di professionisti interessati a conoscere ed utilizzare un veicolo estremamente efficace per la gestione e la protezione dei patrimoni finanziari.

Avventurarsi nella creazione di un fondo d’investimento proprio è sempre stato un percorso difficile da intraprendere, che richiede tempi di autorizzazione molto lunghi e numerosi adempimenti burocratici; tuttavia, quello che ieri sembrava una vera chimera oggi, grazie ad una piattaforma come quella di EQUI Sicav Sif, puó divenire realtà in tempi molto brevi.

 

Articolo ripreso dal blog Equisam su WordPress.com