Investire in oro la tendenza delle banche centrali

Corsa all’oro per le banche centrali che, nel terzo trimestre, non ne avevano mai acquistato così tanto negli ultimi 40 anni, circa 148,4 tonnellate.

Lo riporta il Financial Times citando un rapporto del World Gold Council, secondo il quale le banche centrali sono diventate acquirenti netti di oro lo scorso anno dopo due decenni di forti vendite per diversificare.

E questa inversione di tendenza ha contribuito a spingere i prezzi del metallo prezioso fino a 1.920,30 dollaro l’oncia, il 600% in più in un decennio.

Quest’anno le banche centrali, spinte da quelle dei paesi emergenti, acquisteranno – secondo le stime – la maggiore quantità di oro da quando è crollato il sistema di Bretton Woods 40 anni fa.

L’acquisto per 148,4 tonnellate nel terzo trimestre sarà il maggiore da quando il World Gold Council ha iniziato a compilare i dati nel 2002.

Testo ripreso da gazzettadelsud.it