Le banche europee necessitano di altri 100 miliardi di euro di investimenti

I rumors che si sono rincorsi negli ultimi giorni hanno trovato un’autorevole voce di conferma.

Che la ricapitalizzazione delle banche europee non possa che risultare particolarmente onerosa era infatti noto, ma le cifre indicate negli ultimi giorni hanno superato nettamente le prime stime che erano circolate nei corridoi di Bruxelles.

E, questa mattina, il ministro francese dell’Economia, François Baroin, non ha smentito che l’operazione potrebbe arrivare complessivamente a circa 100 miliardi di euro: «Siamo in questo ordine, forse poco di più, forse poco di meno», ha spiegato in un’intervista rilasciata a Europe 1. I 17 Paesi dell’Eurozona sono chiamati a finalizzare dopodomani l’accordo che è stato discusso già in una prima riunione tenuta a Bruxelles nel corso del weekend.

«Si deve arrivare al 9% dei fondi propri entro il prossimo mese di giugno, in netto anticipo rispetto alla scadenza originariamente prevista per il 2019», ha aggiunto il responsabile economico di Parigi.

Secondo quanto riportato ieri dall’agenzia Reuters, in ogni caso, nei capitali che saranno stanziati per rafforzare le condizioni patrimoniali delle banche saranno compresi i 46 già promessi a Irlanda, Grecia e Portogallo proprio per sostenere gli istituti di credito.

Fonte: valori.it