Sempre piu’ pericoloso investire nei titoli delle banche americane

Le maggiori banche statunitensi dovranno fornire informazioni più dettagliate sulla loro esposizione nei titoli sovrani europei. La richiesta, promossa dalla Sec, non è vincolante ma, stando agli analisti, sembrerebbe essere “molto significativa”.
Tanto più perché– ricorda il Wall Street Journal, che riporta la notizia – la prossima settimana inizia il periodo delle trimestrali.

Finora, stando all’ente governativo americano, le informazioni comunicate sono state “inconsistenti”. Pertanto, le banche d’ora in poi dovrebbero fornire un’analisi dettagliata della propria esposizione in titoli di Stato, banche e società di ciascun Paese europeo. Dovrebbero inoltre chiarire se, e in che misura, sono coperte da assicurazioni in caso di perdite.

Tale manovra si renderebbe necessaria per garantire agli investitori la possibilità di fare scelte consapevoli. E per evitare le improvvise ondate di sfiducia che si sono moltiplicate negli ultimi mesi. Alla fine dello scorso ottobre, ad esempio, i titoli di Morgan Stanley sono letteralmente crollati a causa di alcune indiscrezioni relative all’esposizione dell’istituto verso le banche francesi, fortemente legate alla Grecia.

Sempre l’esposizione nei titoli del debito pubblico della zona euro è stata la miccia che ha scatenato il crack di MF Global Holdings, che ha dichiarato bancarotta lo scorso ottobre.

 

Testo ripreso da Valori.it