Troppi investimenti mandano in fallimento una contea in Alabama

La contea di Jefferson, la maggiore dell’Alabama, chiedera’ la bancarotta. Con 4 voti a favore e 1 contrario i consiglieri della contea hanno optato per dichiarare la bancarotta in seguito all’impasse con i creditori su 3,14 miliardi di dollari di bond. Si trattera’ della maggiore bancarotta municipale della storia degli Usa.

La contea cerca di evitare la bancarotta dal 2008: fognature obsolete, l’economia in difficolta’ e la corruzione pubblica hanno messo in ginocchio le finanze pubbliche locali. Nel 1990 una corte federale ha costretto la Contea di Jefferson a rifare le fognature per rispettare gli standard nazionale.

L’ammodernamento delle infrastrutture e’ stato finanziato con bond: advisor esterni hanno aiutato la contea a stringere accordi che in seguito sono risultatati influenzati dal pagamento di tangenti, complessi e rischiosi.

I pagamenti sui prestiti ottenuti sono saliti nel 2008 e la contea non non e’ piu’ stata in grado di rispettare i propri impegni.

Nel 2008 sono finiti nel mirino delle autorita’ anche tutti i dipendenti pubblici e i consiglieri finanziari sono finiti nel mirino delle autorita’ e accusati di aver stretto accordi che hanno messo in ginocchio i conti.

Fonte: blitzquotidiano.it