Un giorno di investimento nella Borsa Italiana

La sveglia del trader suona molto presto alla mattina:  per pianificare le mosse da intraprendere durante la giornata è necessario studiare approfonditamente i grafici, individuare le notizie macroeconomiche utili e che potrebbero influenzare l’andamento nel corso della giornata, identificare il livelli di acquisto e/o di vendita, i possibili target e determinare gli stop loss.

Non è possibile affrontare la giornata senza un piano prestabilito: la posta in gioco è molto alta….e sono i nostri soldi!

Vediamo nel dettaglio dove reperire alcune informazioni:

1)      prima delle ore 8.00 verifico l’andamento delle borse asiatiche che in quest’orario sono in fase di chiusura. Spesso infatti possono fornire segnali anticipatori dell’andamento delle Borse Europee. Sul web ci sono vari siti che forniscono tali informazioni; il più comodo è yahoo.finance.

2)      verifico le news di borsa. Posso trovare le notizie macroeconomiche della giornata da siti internet gratuiti, specie in quelli specializzati nel mercato valute, facendo particolare attenzione a quelle notizie che hanno un forte impatto sui mercati finanziari della zona Euro e della zona USA

3)      apro i grafici in real time su diversi time frame ed inizio le miei analisi:

a.       individuo possibili aree di accordo

b.      verifico la presenza di pattern di continuazione e/o di inversione

c.       confronto i grafici delle stockmarket in osservazione con quelli dell’indice di riferimento (per esempio, se sto analizzando il titolo Fiat oppure Unicredit, Generali, ecc. il mio indice di riferimento di borsa: Mib30)

d.      verifico i livelli in cui i market makers hanno concentrato i loro scambi

e.       identifico i possibili punti di ingresso sul mercato

f.        identifico i target di prezzo dell’operazione che ho pianificato e gli stop loss.

Alle 8.00 apre la Borsa Europea (Eurexchange) e noi sappiamo già quali mosse fare al verificarsi delle condizioni pianificate. Alle 9.00 apre il cosiddetto ‘cash’, in particolare il mercato italiano.

Bisogna tuttavia ricordare che l’aspetto più complicato del lavoro del trader è quello psicologico: spesso anche il trader più esperto finisce col deviare dal piano prestabilito e si abbandona all’emotività.

Per ovviare a questo inconveniente può essere efficace avere un quaderno per scrivere il proprio piano. E’ più difficile disattendere ciò che viene scritto!