Categoria: derivati

  • Investire nei CDS per scommettere sul default del debito pubblico

    L’Italia ha il 32% di possibilità di dichiararsi insolvente nei prossimi cinque anni. Peggio di Roma, troviamo solo Grecia, Portogallo e Irlanda. E dire che a inizio 2011 l’Italia era a quota 17 per cento. Questa classifica poco lusinghiera deriva dalla percentuale implicita di default, un parametro ricavato dal prezzo dei Credit default swap (Cds), […]

  • Gli investimenti in CDO continuano a generare problemi

    Moneygram Payment Systems, uno dei principali colossi globali nel campo del trasferimento elettronico del denaro, ha citato in giudizio Citigroup. Lo riporta l’agenzia Bloomberg. Ancora una volta al centro della controversia sono le Cdo (collateralized debt obligations), strumenti finanziari derivati legati ai mutui immobiliari. Secondo l’accusa, nel periodo compreso tra il 2005 e il 2007, […]

  • Ancora pericoloso investire nelle banche europee cariche di asset tossici

    La spasmodica attenzione sul mercato del debito sovrano non può far dimenticare la mai sopita minaccia dei titoli tossici della prima ora, quei prodotti finanziari costruiti sul mercato immobiliare Usa e tuttora in mano alle banche di mezzo mondo. Solo che, a distanza di tre anni dal collasso Lehman Brothers, a patire i maggiori rischi […]